L'azienda

La nostra storia

Nasco da una famiglia numerosa con dei genitori splendidi a cui devo molto per ciò che mi hanno insegnato: il rispetto per il prossimo, l’amore per la propria famiglia e il valore del lavoro.
Ho sempre sognato di fare l’imprenditore sin da piccolo, si respirava quest’aria in casa mia da più di una generazione e per questo motivo in 5^ ragioneria, ho rifiutato un posto sicuro in Banca offertomi dal Presidente della squadra di Baseball in cui giocavo in serie A, gli Old Rags di Lodi. Diplomato in Ragioneria, ho lavorato per tre mesi da Burghy come banconiere perché passato davanti alla vetrina di uno di questi Ristoranti, leggendo un cartello di “Ricerca Personale” ho pensato subito potesse essere un bel lavoro e una bella esperienza da fare e così ho fatto un colloquio d'assunzione e superandolo ho iniziato il lavoro qualche giorno dopo. Sono partito poi per il Militare svolto nell’Arma dei Carabinieri, anche questa un’esperienza molto bella di impegno e disciplina, ma nel cuore avevo sempre Burghy. Al rientro dal servizio Militare ho vinto una Borsa di Studio attraverso la Camera di Commercio di Cremona per partecipare ad un corso a tempo pieno intitolato “Sviluppo delle capacità Imprenditoriali”, in pratica un mini master in cui ho imparato le basi della gestione d’Azienda. Terminato il corso, sono tornato a lavorare da Burghy e li, rimboccandomi le maniche ho lavorato per due anni fino a diventare Direttore di Ristorante; erano i primi mesi del 1990 e sono stato chiamato dal Direttore generale della catena Burghy e all’incontro mi ha fatto una proposta che ha cambiato la mia vita: quella di diventare Licenziatario di un Ristorante della catena a Modena, cioè di prendere in franchising l’attività. Per vicissitudini imprenditoriali della mia famiglia, in quel momento non avevo “una lira” per cui ho detto al mio interlocutore che avrei accettato volentieri la sfida, ma non avrei potuto investire nulla. Dopo qualche giorno mi è arrivata direttamente dall’Amministratore Delegato di Burghy (Vincenzo Cremonini, a cui sono ancora oggi molto grato), una proposta irrinunciabile: “prendi il ristorante in gestione, facciamo insieme i conti e se alla fine dell’anno ci saranno utili, facciamo metà per uno, se ci saranno perdite, le copriremo noi….”. Ho chiesto subito dove dovevo firmare!
Inizio così, a giugno 1990 la mia attività imprenditoriale come gestore di un ristorante del Gruppo Cremonini, attraverso la società Euroristoro che ho fondato per l’occasione.
Ho coinvolto in società un mio Collega Amico e Le cose sono andate molto bene fin da subito, permettendoci di triplicare le vendite del ristorante nei primi due anni: è stato un successo tale che i nostri risultati hanno permesso ad altre persone di credere nella formula del franchising, che in quel momento nella ristorazione non era ancora diffusa.
Dal 1990 al 1996 con il mio socio abbiamo avuto l’opportunità di aprire 4 ristoranti Burghy e nei primi mesi del 1996 ci siamo divisi tenendo due ristoranti per uno, lui a Modena (avendo sposato una ragazza del posto) e io a Milano abitando a Spino d’Adda. Nello stesso anno la catena Burghy viene acquistata da McDonald’s e li ho dovuto ricominciare: con i miei Collaboratori migliori siamo andati un mese e mezzo in Francia a fare training in un ristorante McDonald’s e alla fine dello stesso anno abbiamo aperto il nostro primo McDonald’s a Cinisello Balsamo, da subito un ristorante di grande successo! Nel 1997 abbiamo convertito i due Burghy in ristoranti McDonald’s e da li in avanti, fino al dicembre 2009, grazie ai successi riportati dai ristoranti gestiti con Euroristoro, abbiamo continuato ad aprire Ristoranti McDonald’s, arrivando a 10: calcisticamente parlando (sono Milanista), la prima stella! Alla fine del 2009 ho siglato con la mia Azienda Euroristoro un contratto di Joint Venture con McDonald’s (gestiamo il business in società al 50%, rimanendo però invariata la gestione che dipende direttamente da me) per sviluppare ulteriormente Ristoranti e garantire un futuro di crescita all’Azienda e ai miei Collaboratori.
Attualmente, dopo quattro anni di JV, Euroristoro, di cui oggi sono Amministratore Delegato, gestisce 18 Ristoranti McDonald’s nell’Area Nord Est di Milano, di cui 7 McDrive, 7 Centri Commerciali, 2 InStore, compresi all’interno 11 McCafè, formula di caffetteria che McDonald’s sta sviluppando in tutto il mondo e che anche in Italia ci sta dando soddisfazione.
Il lavoro mi piace molto, nei Ristoranti da noi gestiti serviamo ogni anno oltre 9.000.000 di Clienti e questo significa non annoiarsi mai! Sono molto impegnato e il poco tempo che mi rimane lo passo con la famiglia che naturalmente porto con piacere da McDonald’s: ho 4 figli, il primo ha 9 anni, l’ultima 3 e sono innamorati di McDonald’s quanto lo sono io, moglie compresa!
Ho creduto da sempre che il coinvolgimento dei propri Collaboratori è una chiave di successo, pensando che le Aziende sono fatte da Persone e che sono le Persone a fare la differenza: in McDonald’s diciamo sempre “le Persone al primo posto” e in Euroristoro ci siamo riusciti: oggi abbiamo oltre 520 collaboratori a cui diamo il massimo dell’attenzione, di cui diversi con ruoli di grande responsabilità, tutti cresciuti dall’interno, come ho fatto io. La nostra è un’Azienda solida, ricca di valori e di persone in gamba e certamente questa è una delle mie grandi fortune! Sono convinto che sia più quello che dobbiamo fare rispetto a quello che abbiamo fatto per cui il futuro non può che essere professionalmente un futuro migliore per molti di noi, McDonald’s in Italia aprirà ancora molti Ristoranti!



La nostra missione


Euroristoro vuole offrire ai suoi clienti un servizio di qualità, reso unico dal tocco personale di ciascuno e dalla capacità dell’intera organizzazione di trasmettere loro fiducia, con la volontà di affermarsi come azienda leader nel sistema McDonald’s per la capacità di soddisfare i clienti sempre e pienamente. Tutto questo vuol dire vivere e far trasparire i valori che uniscono i collaboratori (Onestà, Responsabilità, Impegno, Umiltà, Rispetto), attraverso lo sviluppo costante della capacità di accogliere i clienti in un ambiente familiare in cui essi possano sentirsi a proprio agio e sul quale possano contare. La Mission di Euroristoro si concretizza anche nell’impegno costante per la valorizzazione delle capacità e dei meriti personali di tutti i suoi collaboratori, fornendo loro elevate opportunità di crescita umana e professionale all’interno di un gruppo affiatato, nel quale ogni rapporto individuale divenga fonte di soddisfazione personale e di arricchimento per il gruppo stesso. Euroristoro lavora per affermarsi come Leader nel sistema McDonald’s per numero di ristoranti gestiti, volumi di vendita e qualità del patrimonio umano aziendale.


Parliamo di numeri


566 dipendenti
353 tempo indeterminato (62 %)
164 apprendisti (38 %)
446 italiani (78 %)
120 stranieri (22 %)
203 maschi (36 %)
363 femmine (64 %)